logo

"PATTO PER LO SVILUPPO" DELLE AREE COLPITE DAL SISMA - ISTAO - RICOGNIZIONE PROGETTI

la Regione Marche con deliberazione di Giunta n. 1513 del 18 dicembre 2017 (in allegato) ha individuato nell'ISTAO (Istituto Adriano Olivetti), il soggetto atto a svolgere la funzione di Segreteria tecnica nel processo di redazione di un "Patto per lo Sviluppo" con l'obiettivo di "definire un quadro di riferimento programmatico che consenta alla Giunta Regionale di attivare le iniziative necessarie al rilancio delle aree colpite dal sisma, attraverso un modello diffusivo da estendere all'intero territorio regionale".

 

"Il Patto per lo Sviluppo è inteso quale atto programmatorio, in grado di rappresentare il quadro generale di strategia, gli obiettivi, le priorità, i meccanismi di integrazione tra le risorse, i macro interventi che poi saranno declinati e attuati nell'ambito di ciascun strumento attuativo (es. i POR, i singoli Accordi di Programma per le aree interne, il Piano di Azione locale per i GAL, ecc.), le linee guida per i singoli macro interventi. L'elaborazione e attuazione del Patto consentirà alla Regione di operare in un quadro unitario di programmazione degli interventi di sviluppo ricorrendo all'uso integrato delle risorse, in ragione della dimensione e complessità degli interventi per lo sviluppo socio-economico dell' area colpita".


"Il potersi dotare di un importante strumento programmatico come il Patto, può anche creare le condizioni per intercettare ulteriori risorse nazionali nei territori colpiti".

Ora l'ISTAO - in forza di tale incarico  - sta procedendo ad una ricognizione dei progetti - privati e pubblici - che possano contribuire al rilancio economico e sociale del cratere.

 

Per questo motivo invitiamo tutte le imprese, interessate ad essere coinvolte nel redigendo "Patto per lo sviluppo", a  formulare proposte di progetto (secondo il fac-simile allegato) relative ad investimenti che possano in qualsiasi modo incidere sullo sviluppo dell'area colpita dal sisma.

E' nostro obiettivo raccogliere nel breve periodo proposte progettuali (scheda allegata), che verranno successivamente trasmesse all'ISTAO, da inviare all'indirizzo di posta elettronica  chiarelli@confindustria.ap.it.

 

Delibera

Scheda progetto

Share