logo

CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PER L'INTERNAZIONALIZZAZIONE E L'INNOVAZIONE DEL SISTEMA LEGNO-ARREDO-REGIONE MARCHE

La Regione Marche nell'ambito del Por Fesr Marche 2014-2020 ha emanato un bando per l'erogazione di incentivi per il "Sistema Abitare" in favore delle PMI del Sistema Legno -  Arredo.

Le risorse finanziarie attivate sono pari ad € 1.400.000,00 in termini di contributo pubblico concesso nella forma di contributo in conto capitale a fondo perduto.

Gli interventi del bando, disponibile presso gli uffici di Confindustria Centro Adriatico, sono mirati a raggiungere un triplice obiettivo:
a) sviluppare e sperimentare una strategia di approccio ai mercati internazionali per le imprese della filiera del legno-arredo efficace e replicabile sul territorio nazionale;
b) sostenere le strategie aziendali di promozione internazionale delle imprese attraverso un approccio metodologico strutturato, con focus particolare sui mercati emergenti;
c) sviluppare la cultura di innovazione delle imprese della filiera del legno-arredo attraverso un percorso guidato nell’innovazione e certificazione di prodotto.


Il pacchetto di azioni previste, che costituisce il modello sperimentale proposto dal bando, si articola in due linee di intervento che dovranno essere integrate e sinergiche:

Linea di intervento A. Azione Composita:
L’Azione Composita ha l’obiettivo di sperimentare un percorso strutturato per la promozione e internazionalizzazione delle PMI della filiera Legno-Arredo delle Marche, prevedendo un percorso di accesso ai mercati internazionali guidato ed articolato in interventi comuni tra tutte le aziende partecipanti al bando che saranno selezionate. Gli interventi previsti saranno strutturati lungo due principali direttrici:
- l’apertura strategica di nuovi mercati internazionali, mediante gli strumenti delle Missioni imprenditoriali B2B (nei Paesi: Indonesia e Singapore o Azerbaijan e Georgia) e degli Incoming sul territorio marchigiano di operatori / buyer internazionali (architetti, designer, interior decorator, developer), provenienti da USA + Regno Unito e Cina + Regno Unito;
- lo sviluppo di una cultura di innovazione, che si traduca in un upgrade nella qualità e sostenibilità dei prodotti, mediante la conformità alla norma tecnica italiana UNI 11674 “Mobili – Requisiti per la determinazione dell’origine italiana dei mobili”.

Linea di intervento B. Azione Strategica Aziendale:
L’Azione Strategica Aziendale mira a supportare l’impresa nell'attività di innovazione commerciale. La Linea d’intervento B prevede pertanto la realizzazione da parte di ciascuna azienda di un proprio progetto strategico, basato sull’acquisizione di competenze specialistiche e servizi avanzati.
 Gli specifici interventi aziendali saranno indirizzati anche alla valorizzazione delle sinergie con altre imprese per potenziare il livello di competitività nei mercati internazionali.

Soggetti beneficiari
Le imprese micro, piccole e medie esercitanti una attività identificata come prevalente rientrante in uno dei seguenti codici ATECO ISTAT:

16 INDUSTRIA DEL LEGNO E DEI PRODOTTI IN LEGNO E SUGHERO (ESCLUSI I MOBILI)
FABBRICAZIONE DI ARTICOLI IN PAGLIA E MATERIALI DA INTRECCIO
16.23 Fabbricazione di altri prodotti di carpenteria in legno e falegnameria per l'edilizia
16.23.1 Fabbricazione di porte e finestre in legno (escluse porte blindate)
16.23.10 Fabbricazione di porte e finestre in legno (escluse porte blindate)
16.23.2 Fabbricazione di altri elementi in legno e di falegnameria per l'edilizia
16.23.20 Fabbricazione di altri elementi in legno e di falegnameria per l'edilizia
16.29.1 Fabbricazione di prodotti vari in legno (esclusi i mobili)
16.29.11 Fabbricazione di parti in legno per calzature
16.29.12 Fabbricazione di manici di ombrelli, bastoni e simili
16.29.19 Fabbricazione di altri prodotti vari in legno (esclusi i mobili)
16.29.2 Fabbricazione dei prodotti della lavorazione del sughero
16.29.20 Fabbricazione dei prodotti della lavorazione del sughero
16.29.3 Fabbricazione di articoli in paglia e materiali da intreccio
16.29.30 Fabbricazione di articoli in paglia e materiali da intreccio
16.29.4 Laboratori di corniciai
16.29.40 Laboratori di corniciai

23 FABBRICAZIONE DI ALTRI PRODOTTI DELLA LAVORAZIONE DI MINERALI NON METALLIFERI
23.1 FABBRICAZIONE DI VETRO E DI PRODOTTI IN VETRO
23.11 Fabbricazione di vetro piano
23.11.0 Fabbricazione di vetro piano
23.11.00 Fabbricazione di vetro piano
23.12 Lavorazione e trasformazione del vetro piano
23.12.0 Lavorazione e trasformazione del vetro piano
23.12.00 Lavorazione e trasformazione del vetro piano
23.13 Fabbricazione di vetro cavo
23.13.0 Fabbricazione di vetro cavo
23.13.00 Fabbricazione di vetro cavo
23.19 Fabbricazione e lavorazione di altro vetro (incluso vetro per usi tecnici), lavorazione di vetro cavo

31 FABBRICAZIONE DI MOBILI
31.0 FABBRICAZIONE DI MOBILI
31.01 Fabbricazione di mobili per ufficio e negozi
31.01.1 Fabbricazione di sedie e poltrone per ufficio e negozi
31.01.10 Fabbricazione di sedie e poltrone per ufficio e negozi
31.01.2 Fabbricazione di altri mobili per ufficio e negozi
31.01.21 Fabbricazione di altri mobili metallici per ufficio e negozi
31.01.22 Fabbricazione di altri mobili non metallici per ufficio e negozi
31.02 Fabbricazione di mobili per cucina
31.02.0 Fabbricazione di mobili per cucina
31.02.00 Fabbricazione di mobili per cucina
31.03 Fabbricazione di materassi
31.03.0 Fabbricazione di materassi
31.03.00 Fabbricazione di materassi
31.09 Fabbricazione di altri mobili
31.09.1 Fabbricazione di mobili per arredo domestico
31.09.10 Fabbricazione di mobili per arredo domestico
31.09.2 Fabbricazione di sedie e sedili (esclusi quelli per aeromobili, autoveicoli, navi, treni, ufficio e negozi)
31.09.20 Fabbricazione di sedie e sedili (esclusi quelli per aeromobili, autoveicoli, navi, treni, ufficio e negozi)
31.09.3 Fabbricazione di poltrone e divani
31.09.30 Fabbricazione di poltrone e divani
31.09.4 Fabbricazione di parti e accessori di mobili
31.09.40 Fabbricazione di parti e accessori di mobili
31.09.5 Finitura di mobili
31.09.50 Finitura di mobili
31.09.9 Fabbricazione di altri mobili (inclusi quelli per arredo esterno)
31.09.90 Fabbricazione di altri mobili (inclusi quelli per arredo esterno)

e che:
a) siano costituite in forma di società di capitali oppure cooperative;
b) di avere realizzato un fatturato non inferiore ad € 1.000.000 in almeno uno degli ultimi tre esercizi finanziari precedenti approvati.
Per i beneficiari, qualora all’atto della presentazione della domanda non abbiano la sede legale o un’unità operativa sul territorio della Regione Marche, l’apertura della sede dovrà essere comunicata all’amministrazione regionale entro e non oltre 10 giorni dalla concessione dell’agevolazione, a pena di decadenza dal beneficio.

Spese ammissibili
Per la realizzazione dei progetti finanziati sono ammissibili le seguenti tipologie di spese:
a) costi relativi ai servizi di consulenze specialistiche e di supporto specialistico per l’internazionalizzazione (quali analisi di settore, ricerche di mercato, ricerca contrattuale, studi di fattibilità) e progettazioni ingegneristiche strettamente funzionali al progetto fino ad un massimo di 50% del costo ammissibile del progetto, compresi Temporary export manager (TEM), cioè servizi prestati da professionisti esterni (non dipendenti dall’impresa o non prestati da soci della medesima impresa o da società ad essa collegate o associate);
b) spese di certificazioni per sostenere o implementare l’attività di export quali le consulenze esterne finalizzata all’acquisizione di licenze, certificazioni, know-how, servizi di testing, certificazioni merceologiche;
c) spese per l’acquisizione di servizi relativi alla partecipazione ad iniziative e missioni economiche sui mercati esteri (quali ad es: spese relative all’affitto di sale, allo studio e alla progettazione di spazi espositivi temporanei finalizzati alla promozione e diffusione dei prodotti (come corner shop; showroom temporary), per lo svolgimento incontri bilaterali tra operatori italiani ed esteri, workshop e/o seminari con operatori all’estero, spese per la partecipazione a manifestazioni fieristiche internazionali ed eventi collaterali ecc;
d) spese relative all’organizzazione di incontri d’affari e visite aziendali nelle Marche di potenziali partner commerciali esteri
e) spese relative alla penetrazione nei mercati dei Paesi oggetto del progetto anche attraverso reti internet;
f) spese per studi di fattibilità per la realizzazione di nuovi prodotti e/o servizi su mercati esteri determinati;
g) spese di consulenza esterna per la creazione di una rete commerciale all’estero riferite all’attività di e-commerce;
h) spese di comunicazione e marketing;
i) spese relative all’utilizzo di personale dipendente (personale interno) delle PMI beneficiarie impegnato nella realizzazione del progetto presentato a valere sul bando in questione.

Le attività progettuali riferite ai precedenti punti  b, c e d , dovranno prevedere un ammontare di spesa di almeno il 25% dei costi complessivi del progetto.

Misura del contributo
Il contributo sarà concesso a fondo perduto nella misura massima del 50%  delle spese ammissibili.
Tale contributo non potrà comunque superare la soglia massima di € 40.000,00 per ciascuna PMI partecipante al progetto.

I contributi vengono concessi in coerenza con la disciplina comunitaria in materia di Aiuti di Stato a PMI Reg (UE) n. 651/2014  e Reg. (UE) 1084 del 14/06/2017 ed con la disciplina comunitaria REG. (UE) N. 1407/2013, relativo all’applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea agli aiuti “ de minimis”.

Termini di ammissibilità della spesa
Sono ammissibili le spese effettivamente sostenute successivamente alla data di presentazione della domanda,  fermo restando che non saranno ammissibili le spese per le operazioni portate materialmente a termine o completamente attuate prima che la domanda di finanziamento sia presentata.
In relazione al contributo concesso in regime de minimis, (Reg. (UE) 1407/2013), possono essere considerate ammissibili le spese sostenute a far data dal 01/01/2018 fermo restando che non saranno ammissibili le spese per le operazioni portate materialmente a termine o completamente attuate prima che la domanda di finanziamento sia presentata.
Il progetto  dovrà essere realizzato entro e non oltre il 31/10/2018, per cui tutte le spese devono essere fatturate e quietanzate entro questa data.

Presentazione della domanda
La domanda  dovrà essere presentata, secondo le modalità previste dal bando,  entro e non oltre  le ore 13 del 60° giorno lavorativo successivo alla  pubblicazione dello stesso sul  BUR della Regione Marche e dovrà essere redatta su SIGEF tramite accesso al seguente indirizzo: https://sigef.regione.marche.it.


Share
Portale Uni.Co.