logo

SISMA CENTRO ITALIA - PROROGA STOP BOLLETTE

L ’Arera (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) ha dato attuazione al DL sisma 29 maggio 2018 n. 55 prorogando dal 1° giugno 2018 al 1° gennaio 2019 il termine di sospensione dei pagamenti delle fatture emesse o da emettere per acqua, luce e gas (compresi Gpl e altri gas distribuiti con reti canalizzate) nei territori del centro Italia colpiti dal sisma del 24 agosto 2016 e successivi. È quanto definito nella riunione del collegio del Regolatore di venerdì 1° giugno con delibera 312/2018/R/com (pubblicata lo stesso giorno e disponibile presso gli uffici di Confindustria Centro Adriatico). In particolare, l’agevolazione è prevista per i cittadini di Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria che dichiarino l'inagibilità del fabbricato (abitazione, studio professionale o azienda) a causa di terremoto, come spiega una nota dell’Autorità. Inoltre, è stata differita l'emissione della fattura unica di conguaglio, che dovrà comprendere anche gli importi non fatturati fino allo scadere del termine di sospensione dei pagamenti, non oltre il 31 marzo 2019. Per consentire agli utenti di far fronte al pagamento “è sempre prevista la possibilità di rateizzare gli importi dovuti (purché complessivamente superiori a 50 euro per singola fornitura) senza interessi per una durata di 36 mesi; le singole rate avranno periodicità pari a quella di fatturazione. Il venditore del mercato libero e i gestori potranno comunque offrire condizioni di rateizzazione migliorative rispetto a quelle minime previste. I clienti e gli utenti finali potranno richiedere di provvedere anticipatamente al pagamento degli importi dovuti, optare per un periodo inferiore di rateizzazione o pagare in un'unica soluzione”.
Share