logo

News Generali

Visualizza la descrizione
Nascondi la descrizione

CONTRIBUTI PER PROGETTI PILOTA PER LA FRUIZIONE DEL PATRIMONIO CULTURALE - GAL FERMANO - SCADENZA 31 GENNAIO 2018

Il Gruppo di Azione Locale ”Fermano Leader” nell’ambito della strategia di sviluppo locale promossa  all’interno del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Marche, ha emanato un bando (in allegato) per la concessione di contributi per la realizzazione di progetti pilota per la fruizione del patrimonio culturale.

All’interno del processo di sviluppo innovativo incentrato sulla valorizzazione strategica del patrimonio culturale al fine di massimizzarne la capacità di generare valore economico, l’obiettivo è di sostenere lo sviluppo di progetti pilota per favorire la messa in rete delle imprese nei settori del turismo e della cultura con strumenti innovativi.

Le risorse finanziarie pubbliche disponibili ammontano ad € 80.000,00.

Ambito territoriale
L’ambito di intervento è quello di operatività del GAL “Fermano Leader”, costituito dai territori dei comuni di: Altidona, Amandola, Belmonte Piceno, Campofilone, Falerone, Fermo, Francavilla d’Ete, Grottazzolina, Lapedona, Magliano di Tenna, Massa Fermana, Monsampietro Morico, Montappone, Monte Giberto, Monte Rinaldo, Monte Vidon Combatte, Monte Vidon Corrado, Montefalcone Appennino, Montefortino, Montegiorgio, Monteleone di Fermo, Montelparo, Monterubbiano, Montottone, Moresco, Ortezzano, Petritoli, Ponzano di Fermo, Rapagnano, Santa Vittoria in Matenano, Servigliano, Smerillo, Torre San Patrizio.

Beneficiari

La domanda di sostegno può essere presentata esclusivamente da aggregazioni di nuova costituzione o già costituite che intraprendono nuove attività, costituite da non meno di 2 soggetti, tra cui:

- almeno una impresa operante nei settori del turismo, della cultura, dello sviluppo di software ed applicazioni dedicate per fornire servizi e informazioni (e loro associazioni) o da operatori pubblici o privati delle aree rurali quali utilizzatori dell’innovazione sviluppata;
- almeno un soggetto operante nel campo della ricerca e sperimentazione tecnologica, di comprovata esperienza.

Le aggregazioni che possono presentare la domanda hanno la forma giuridica di Associazioni o Raggruppamenti Temporanei di Impresa (ATI, ATS o RTI) costituiti o in via di costituzione tra soggetti di cui sopra.

Le aggregazioni debbono avere una durata almeno pari a quella del progetto e quindi almeno fino alla liquidazione del saldo del contributo.


Le imprese che partecipano al progetto di cooperazione, sottoscrittrici del relativo contratto, che sostengono costi e richiedono contributi a valere sul bando, devono essere iscritte alla CCIAA ed avere Partita Iva con codice attività inerente ai settori del turismo, della cultura, dello sviluppo di software ed applicazioni dedicate per fornire servizi e informazioni.

Il Soggetto (pubblico o privato) operante nel campo della ricerca e sperimentazione tecnologica (Università, centri e istituti di ricerca e sperimentazione) deve possedere comprovata esperienza nel settore/ambito oggetto della sperimentazione.

Tutti i soggetti partecipanti al progetto di cooperazione, che sostengono costi e richiedono contributi a valere sul presente bando, al momento della presentazione della domanda devono, tra le altre cose,  disporre di un fascicolo aziendale AGEA aggiornato in tutte le sezioni e validato prima della presentazione della domanda di sostegno.

Tipologia dell’intervento
Sono ammissibili all’aiuto investimenti per la realizzazione di progetti pilota volti all’applicazione di tecnologie dedicate alla conservazione, valorizzazione e fruizione dei beni culturali diffusi e finalizzate a dimostrare la fattibilità delle innovazioni anche in territori caratterizzati da beni culturali diffusi e territori senza livelli elevati di tecnologie applicate agli spazi, utilizzando le esperienze pilota come base per una futura progettazione e costruzione dal basso di scenari innovativi applicati a turismo e beni culturali, in grado di stimolare la crescita di occupazione e lo sviluppo di imprese culturali innovative e creative.

Misura del contributo
Il massimale stabilito in termini di contributo pubblico è di Euro 80.000 per progetto.
Sono concessi aiuti con una intensità dell’80% degli investimenti ammissibili.

Termini per la presentazione delle domande
La domanda di sostegno può essere presentata fino al 31 gennaio 2018.

 

 

Bando

CONTRIBUTI PER TIROCINI E ASSUNZIONI DEI DISABILI

Conil  decreto dirigenziale n.797 del  7/12/2017 la Regione Marche,  ha approvato l ‘Avviso pubblico per la concessione di contributi pari a € 1.240.000,00 mediante utilizzo del fondo regionale per l’occupazione dei disabili, relativi agli interventi di cui all’art. 26 della L.R. n. 2 del 25 gennaio 2005. 

L'Avviso è a disposizione presso gli uffici di Confindustria Centro Adriatico.

Gli interventi  perseguono l’obiettivo di favorire nuove assunzioni di persone con disabilità  con:
 - incentivi per la realizzazione di tirocini formativi anche con eventuale assunzione del tirocinante (intervento A+A.1. dell’Avviso): stanziati € 420.000,00 di cui € 210.000,00  per micro/piccole e medie imprese private  e € 210.000,00 per Coop. sociali di tipo “b”;
 - incentivi per la realizzazione dell’intervento A+A1 dell’Avviso   e incentivi per  l’adeguamento delle postazioni di lavoro (intervento B. dell’Avviso): stanziati € 720.000,00 di cui € 360.000,00  per micro/piccole e medie imprese private  e € 360.000,00 per Coop. sociali di tipo “b”;
 
-  favorire la stabilità dell’occupazione delle persone con disabilità con incentivi per promuovere la trasformazione del contratto di lavoro già in essere alla data di presentazione della domanda di ammissione a finanziamento contributo a tempo determinato, in contratto di lavoro a tempo indeterminato, full time o part time, o in contratto di apprendistato professionalizzante full time o part time (intervento C. dell’Avviso): stanziati € 100.000,00 di cui € 50.000,00  per micro/piccole e medie imprese private  e € 50.000,00 per Coop. sociali di tipo “b”.

CONTRIBUTI PER TIROCINI E ASSUNZIONI DEI DISABILI - REGIONE MARCHE - SCADENZA : 19 MARZO 2018

Con decreto dirigenziale n.797 del 7/12/2017 la Regione Marche,  ha approvato l ‘Avviso pubblico per la concessione di contributi pari a € 1.240.000,00 mediante utilizzo del fondo regionale per l’occupazione dei disabili, relativi agli interventi di cui all’art. 26 della L.R. n. 2 del 25 gennaio 2005. 

Possono usufruire degli incentivi, le piccole e medie imprese e le cooperative sociali di tipo B che avviano tirocini finalizzati all'assunzione di lavoratori con disabilità o che provvedono alla trasformazione del contratto di lavoro a tempo determinato, già in essere alla data di presentazione della domanda.

Nel dettaglio l'Avviso - a disposizione presso gli uffici di Confindustria Centro Adriatico - prevede:
a)  tirocini della durata ricompresa tra i 4 e i 6 mesi eccezionalmente prorogabili a 12 mesi. Il tirocinio consente al soggetto ospitante di conoscere il lavoratore e di prepararlo praticamente a costo zero, dal momento che l’indennità di tirocinio (500 euro mensili) viene rimborsata dall’incentivo previsto dall’avviso. Il tirocinante da parte sua acquisisce competenze utili all’inserimento lavorativo, ad ampliare l’ambito delle relazioni sociali e ad accrescere la fiducia nelle sue capacità;

b) un incentivo di 1.500 euro a titolo di riconoscimento della mancata produttività del tutor aziendale nei tempi in cui segue il tirocinante;

c)  un contributo fino a 5.000 euro per adeguare la postazione del tirocinante garantendogli condizioni di lavoro e/o di movimento all’interno dell’unità produttiva consone alle sue esigenze e funzionali ad un efficace inserimento;

d)  un contributo di 6.000 euro al termine del tirocinio se si procede all’assunzione a tempo indeterminato del tirocinante;
e)  per le imprese e le cooperative sociali è anche possibile ottenere un contributo di 3.000 euro nel caso in cui trasformino in tempo indeterminato contratti a tempo determinato.

CONVEGNO "COMUNITA' RESILIENTI, IMPRESE AL CENTRO" 18 OTTOBRE PARMA

Venerdì 18 ottobre, alle ore 14.30, si terrà a Parma, presso l'Academia Barilla (Largo Pietro Calamandrei) il convegno  "Comunità resilienti, imprese al centro”, organizzato da Piccola Industria Confindustria, Confindustria Emilia-Romagna e Unione Parmense degli Industriali, in collaborazione con il Gruppo Barilla, in occasione della prima “Settimana nazionale della Protezione Civile”.
 
L’evento, patrocinato dalla Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, dalla Regione Emilia-Romagna, dalla Provincia di Parma e dal Comune di Parma, rappresenta un’altra  tappa importante del  percorso di collaborazione tra Piccola Industria Confindustria e Dipartimento della Protezione Civile avviato nel 2016  per  promuovere la cultura della prevenzione e aumentare la capacità di risposta delle imprese e dei territori.
 
All’incontro  interverranno, tra gli altri, Paola De Micheli, Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti; Angelo Borrelli, Capo Dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri; Diego Mingarelli, Vice Presidente Piccola Industria Confindustria per Europa, Sviluppo e coesione territoriale, Resilienza e PGE; Giancarlo Turati, Vice Presidente Piccola Industria Confindustria; Giuseppe Forlani, Prefetto di Parma; Paola Gazzolo, Assessore regionale alla difesa del suolo, protezione civile e politiche ambientali; Annalisa Sassi, Presidente Unione Parmense degli Industriali e Marco Occhi, Vice Presidente Unione Parmense degli Industriali e membro della Task force PGE Confindustria; Giovanni Baroni, Presidente Piccola Industria Confindustria Emilia-Romagna; Paolo Barilla, Vice Presidente Barilla.
 
A chiusura del convegno, in largo Calamandrei, sarà possibile visionare con gli "Angeli Barilla," volontari di protezione civile del Gruppo,  la Colonna Mobile d'Emergenza allestita da Barilla in collaborazione con la Protezione Civile di Parma.

Programma