logo

News Generali

Visualizza la descrizione
Nascondi la descrizione

BANDO INTERNAZIONALIZZAZIONE - NUOVI TERMINI PER LE IMPRESE INCLUSE NELLO SCORRIMENTO DELLA GRADUATORIA

La Regione Marche con decreto dirigenziale n. 319 dell'11 dicembre 2017 in riferimento al bando "POR MARCHE FESR 2014-2020. Asse3. Az.9.2. Int. sostegno al consolidamento dell’export marchigiano e allo sviluppo dei processi di internazionalizzazione", ha definito i nuovi termini per l'ammissibilità e la rendicontazione delle spese da parte delle PMI collocatesi in posizione utile in relazione allo scorrimento della graduatoria di merito, approvato con decreto dirigenziale n. 259 del 24 ottobre 2017.

Le scadenze sono le seguenti:
-  le spese oggetto di finanziamento dovranno essere sostenute entro le ore 13 del 28 febbraio 2018;
-  le medesime spese sostenute dovranno essere rendicontate entro le ore 13 del 30 marzo 2018 utilizzando la piattaforma SIGEF.

BRASILE - OPPORTUNITA' E INVESTIMENTI NELLE REGIONI DEL NORDEST - ROMA 20 NOVEMBRE 2019

Confindustria organizza, in collaborazione con ICE Agenzia ed il “Consorcio Nordeste”, un Seminario dedicato alle opportunità di collaborazione e investimento nelle Regioni del Nordest del Brasile.

L’evento si terrà in Confindustria il prossimo 20 novembre a partire dalle ore 14.30; sarà prevista una sessione plenaria di presentazione del “Consorcio Nordeste” e, a seguire, incontri B2G tra le imprese italiane ed i rappresentanti istituzionali brasiliani.
 
Il “Consorcio Nordeste” è un Consorzio pubblico composto da nove Stati della Regione del Nordest volto a stimolare una maggiore integrazione regionale promuovendo lo sviluppo dell’industria, la modernizzazione delle infrastrutture e l’attrazione di nuovi investimenti esteri. Gli Stati che costituiscono il Consorzio rappresentano la terza Regione del Brasile per estensione territoriale, con il 27,2% della popolazione ed un apporto al PIL nazionale superiore al 14%.
I settori con maggiori opportunità di collaborazione e di investimento per le imprese italiane sono il comparto delle infrastrutture e trasporti, le energie rinnovabili, cleantech, turismo, automotive, meccanica e oil&gas.
 
Il programma del seminario, a seguire una prima bozza, prevedrà, tra gli altri, interventi dei Governatori dei nove Stati che costituiscono il “Consorcio Nordeste”.
 
La lingua dei lavori del seminario sarà italiano-portoghese.
 
L’adesione all'iniziativa può essere effettuata online al seguentLINK

Bozza programma

BREXIT - ATTIVAZIONE HELP DESK AGENZIA DELLE DOGANE E DEI MONOPOLI

L’esito negativo del voto del Parlamento britannico sull’Accordo di ritiro del Regno Unito dalla UE, dello scorso 15 gennaio, accrescere l’incertezza sulle modalità e i tempi dell’uscita del Regno Unito dall’UE. 
Attualmente non è possibile escludere uno scenario di “no-deal”, nel quale il Regno Unito e l’UE non riescano a raggiungere un’intesa sull’accordo di recesso, situazione, questa, che aprirebbe la strada a sostanziali cambiamenti per imprese che operano con il Regno Unito.  
In questo caso, infatti, il Regno Unito non sarà più parte del territorio doganale e fiscale dell'Unione Europea e la circolazione delle merci tra UK e l'UE verrà considerata commercio con un Paese terzo. Di conseguenza, si dovranno stabilire lo status doganale delle merci che entrano, escono o transitano attraverso il territorio doganale e fiscale dell'Unione e del Regno Unito.
Per far fronte ai numerosi quesiti delle imprese e alla necessità di approfondimento sulle conseguenze operative della “Brexit”, l’Agenzia Dogane e Monopoli ha attivato un servizio di informazione focalizzato sulle ricadute della “Brexit” sulle attività doganali:
https://www.adm.gov.it/portale/infobrexit
Nel portale è indicato anche l'indirizzo email al quale inviare richieste di chiarimento o i quesiti specifici: adm.infobrexit@adm.gov.it
 
Al seguente link è consultabile la Nota del Centro Studi Confindustria:

Brexit, tempi e modalità di uscita più incerti. Quali le conseguenze per le imprese italiane (ed europee)?

Per informazioni dott. Corrado Alfonzi

BUSINESS FORUM CENTRAL EUROPEAN INITIATIVE - MILANO 15 NOVEMBRE 2019

Il prossimo 15 novembre, a Milano, presso la sede di Assolombarda (via Pantano, 9) si terrà il “Business and Experts Forum of the Central European Initiative” 
 
L'iniziativa, organizzata nel quadro della Presidenza italiana dell’Iniziativa Centro Europea (CEI) dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale in collaborazione con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e con il Segretariato Generale della CEI sarà incentrata sul tema della “Connettività infrastrutturale ed intermodale come fattore di sviluppo e integrazione”. 
 
Il Forum, che vedrà la partecipazione di esponenti istituzionali, di esperti, rappresentanti di imprese sia italiane sia provenienti dai 17 Paesi aderenti all’iniziativa CEI, banche e associazioni di settore, costituirà l’occasione  per esaminare le potenzialità di sviluppo delle connessioni terrestri (resti stradali e ferroviarie), marittime e delle progettualità nel settore portuale, nell'ottica di favorire il rafforzamento delle relazioni economiche e dei flussi commerciali tra i Paesi CEI e i Paesi extra-CEI, anche alla luce della possibile evoluzione delle grandi rotte commerciali mondiali, terrestri e marittime. 

A seguire  il programma dei lavori aggiornato.
 
Per  partecipare è necessario iscriversi quanto prima al link https://www.gruppofma.it/CEIbusiness-experts-forum/.  e comunque non oltre il 12 novembre p.v.

Programma

BUSINESS FORUM ITALIA-UCRAINA - ROMA 13 GIUGNO 2019

L'Agenzia ICE, in collaborazione con Confindustria, organizza il prossimo giovedì 13 giugno, presso la sede di Confindustria (Viale dell’Astronomia 30, Roma), il Business Forum Italia-Ucraina in occasione della visita di una delegazione imprenditoriale coordinata dall’ULIE, l’Ukrainian League of Industrialists and Entrepreneurs, principale associazione industriale del Paese.

L’iniziativa vedrà la partecipazione del Vice Primo Ministro e Ministro dello Sviluppo Economico e del Commercio dell’Ucraina, Stepan Kubiv.

Perché partecipare:

Da ormai quattro anni l’economia ucraina sta attraversando una fase di ripresa, attestatasi su livelli compresi fra il 2,4% e il 3,3% che hanno permesso al Paese di ritrovare stabilità macroeconomia dopo la crisi del 2014-15. Per il 2019 le principali istituzioni internazionali stimano un aumento del PIL del 2,6%, sostenuto anche dai recenti interventi del Fondo Monetario Internazionale che rappresenteranno un ulteriore elemento di garanzia sulle politiche economiche dei prossimi mesi. Sul piano commerciale, l’entrata in vigore nel 2016 della Deep and Comprehensive Free Trade Area (componente economica dell’Accordo di Associazione fra UE e Ucraina) ha determinato in tre anni un aumento del 40% dei flussi commerciali dell’Ucraina con l’UE, che hanno toccato nel 2018 la cifra record di 40 miliardi di €. Nello stesso periodo l’export dell’Italia in Ucraina è cresciuto del 49%, passando da 1 miliardo di euro a 1,6 nel 2018.


Il programma dei lavori avrà inizio alle ore 10.30 (la registrazione dei partecipanti è prevista dalle ore 09.30).
Dopo una sessione istituzionale di apertura, si terrà una presentazione delle opportunità di investimento e collaborazione offerte dall’Ucraina nei settori dell’agroindustria, energia ed efficienza energetica e infrastrutture.
La sessione mattutina si concluderà con un approfondimento degli strumenti finanziari che le banche nazionali e regionali mettono a disposizione per operare in Ucraina.

A partire dalle ore 14.00 è invece prevista una sessione di incontri di business tra le imprese ucraine che parteciperanno alla missione e le aziende italiane che ne abbiano fatto espressa richiesta.


Si segnala che la lingua di lavori per lo svolgimento degli incontri di business è l’inglese e che non è previsto un servizio di traduzione.

Per aderire, entro e non oltre il 10 giugno p.v. si rimanda al seguente link:  https://www.confindustria.it/Aree/opp174.nsf/iscrizione?openform


Per informazioni Corrado Alfonzi